Well you see her when you fall asleep
But never to touch and never to keep
"Non mi ha cambiata, non ha cambiato la mia Vita, non ha cambiato ciò che sono. Ma quello che ha fatto, forse, va oltre.
Ha lentamente stravolto il mio modo di osservare, già, osservare.
Prima il mio era un mondo fatto di occhi e vista, di tatto e udito, ora invece ascolto, mi ha insegnato ad ascoltare, osservare, sentire.
E così in un istante mi ha donato la profondità, mi ha donato quegli abissi oscuri e freddi dove ogni passo falso fa male, dove ogni passo giusto dona un sorriso.
Una realtà difficile ma Viva.
E cosi sto vivendo questi mesi della mia vita a rendermi conto di quanto estasiante sia il tramonto e di quanto fredda sia l’estate.
Mi ha insegnato a chiudere gli occhi e sentire il vento pervadere il mio corpo, quei brividi fini e lievi, che assurda percezione.
Mi ha insegnato che la musica non è solo musica e che ogni melodia può nascondere un’altra vita o un altro destino.
Non gli ho mai detto ”grazie” per questo, perchè questo faceva parte di quella persona e quella persona aveva deciso di donarmi parte di essa.
E ancora oggi mi ritrovo qui, fuori questo stupido balcone a sentire il vento sulla pelle e ad ascoltare pezzi di vita racchiusi in semplici melodie.
E allora se per qualche assurdo motivo questo verrà letto da chi mi ha dato motivo per scriverlo sappi che non mi ricorderò per sempre di te, che non ci penso, che a volte mi dimentico della tua esistenza, ma sappi però che se anche dovessi dimenticare il tuo volto o la tua voce, ogni volta che il vento sfiorerà il mio corpo nei miei brividi ci sarai tu, anche se tu diventerai l’ignoto, anche se tu smetterai di esistere e lascerai i miei ricordi.
Sarai vento, sarai il vento.”
"Breve è la vita che viviamo davvero.
Tutto il resto è tempo.”
Lucio Anneo Seneca, De brevitate vitae (via apertevirgolette)
"La vita fa schifo, fa schifo perché ti fa credere di averti dato 10, poi invece realizzi che è 5 e alla fine ti ritrovi con 0.”
©